Canone Rai 2017: il costo canone in bolletta diminuisce

Canone Rai in bolletta: quanto, quando e come chiedere l’esenzione

2017: canone rai in bolletta

Il canone RAI 2016, grazie alla legge di stabilità dello scorso anno, ha subito importanti modifiche in riferimento al costo e alla sua modalità di pagamento.
Il canone TV 2017 ha un 
costo complessivo di €90 e a partire dal 1° Gennaio ogni bolletta elettrica verrà maggiorata di un costo di €9 al mese (e non 10 come nel 2016), da Gennaio ad Ottobre (in caso di bolletta bimestrale il costo sarà di €18).

Questa importante novità è stata introdotta, a partire dall’anno scorso, per “obbligare” chiunque abbia un’utenza e sia in possesso di un televisore a pagare il canone, infatti per chi evade la pena pecuniaria varia dai €200 ai €600 ed è prevista una pena detentiva fino a due anni, in caso che non venga pagata la bolletta sarà il fornitore dell’energia stesso ad informare l’Agenzia delle Entrate.

Essendo addebitato nella bolletta elettrica, in caso di mancanza di apparecchi tv o utenza intestata ad altro familiare, il contribuente è obbligato ad inviare un’autocertificazione disdetta canone RAI.

La disdetta deve essere inviata entro il 31 gennaio 2017, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno all’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale 1, Sportello Sat, Corso Bolzano n30, 10121 Torino o tramite posta certificata all’indirizzo [email protected]

Quindi sono tenuti al pagamento tutti i cittadini intestatari di un’utenza elettrica sulla prima casa e l’addebito nella fattura è possibile quando l’intestatario del canone è lo stesso dell’intestatario della fornitura elettrica, mentre per tutti gli altri casi e per le imprese il pagamento avviene attraverso un bollettino.

Se si è in possesso di smartphone, tablet e pc senza un sintonizzatore TV e adibiti al solo utilizzo per guardare programmi radiotelevisivi tramite streaming non si è soggetti al pagamento della tassa.

In caso che il contribuente sia proprietario di più case, è tenuto al solo pagamento del canone della prima casa, se sono affittate sarà l’inquilino, ottenuta la residenza, ad effettuare il pagamento.

Il costo è diminuito dai €113,50 del 2015 ed è stata introdotta la possibilità di effettuare il pagamento con rate semestrali e trimestrali, l’esenzione per chi possiede un reddito inferiore a €6.713,98 e un’età superiore ai 65 anni, per gli invalidi e gli ospedali militari.

Come richiesto dall’Antitrust la bolletta dell’energia elettrica contiene una voce chiara e distinguibile inerente il costo del canone TV ed inoltre vengono addebitati i costi del canone dell’anno in corso e non quelli precedenti, quindi nessuna retroattività.

Per tutti gli utenti che vogliano avere tutte le informazioni in tempo reale, può effettuare una chiamata al numero verde 800.93.83.62 che la RAI ha messo a disposizione, dal lunedì al sabato, dalle 09 alle ore 21.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*