Quali sono le tasse obbligatorie da pagare per l’acquisto prima casa?

Prima casa: imposte da preventivare prima di comprare un immobile

Calcolo tasse prima casa acquisto

Come sicuramente già saprete, in un preventivo di spesa per l’acquisto della prima casa l’unica voce presente non sarà il mero costo dell’immobile. Sorvolando su quei costi più piacevoli che riguardano l’arredo, la nota dolente è rappresentata dalle obbligate tasse per l’acquisto prima casa.

Vediamo nel dettaglio quali sono:

  • Imposta ipotecaria
  • Imposta di registro
  • Imposta catastale
  • Costi notarili
  • IVA

Imposta ipotecaria
Alla base dell’acquisto di una casa c’è di solito la concomitante richiesta di un mutuo bancario detto anche mutuo ipotecario. L’ipoteca è una delle garanzie che spesso la banca pretende per concedere il mutuo e che tutela l’istituto di credito su un’eventuale incapacità futuro del mutuatario di non riuscire a rimborsare il suo debito. Stabilito il valore dell’ipoteca necessaria (ipoteca stabilita sull’immobile oggetto del prestito o su un terzo immobile) segue l’atto ipotecario. Per la trascrizione, iscrizione, rinnovazione e futura cancellazione dell’ipoteca  nei Pubblici Registri Immobiliari occorre pagare l’imposta ipotecaria.

Imposta di registro
Perché l’acquisto possa ritenersi concluso occorrono non solo il rogito o atto di compravendita, ma la registrazione di questo presso l’Agenzia delle Entrate che comporta il pagamento dell’imposta di registro. e

Imposta catastale
Con la compravendita si trasferisce la proprietà di un immobile in cambio di una somma pattuita da un vecchio ad un nuovo proprietario. Gli atti di proprietà sono depositati al Catasto Immobili e per un loro aggiornamento occorre pagare l’imposta catastale.

Costi notarili e IVA
Abbiamo già parlato di quale sia il costo del notaio per l’acquisto della prima casa. Vi invitiamo ad approfondire questa voce di spesa al link indicato.

Dopo questo breve glossario su quali siano le tasse per acquisto prima casa vediamo quali sono gli importi da pagare per ognuna di queste. La specifica ‘PRIMA CASA’ è fondamentale per poter godere di una serie di aliquote agevolate studiate e decise a livello nazionale proprio per aiutare i giovani in questo passo importante. Dal 2014 (Dlgs 23/2011 art. 10 – Dl 104/2013 art. 26) sono entrati in vigore le seguenti agevolazioni.

Per chi acquista la prima casa da un privato le tasse avranno i seguenti valori:

  • imposta ipotecaria fissa di 50 €
  • imposta di registro del 2% (9% per le case di lusso)
  • imposta catastale di 50 €
  • IVA esente

Per chi acquista la prima casa da un’impresa di ristrutturazione o costruttrice entro 5 anni dalla conclusione dei lavori le imposte sono  avranno i seguenti valori:

  • Imposta fissa di 200 € per catasto
  • Imposta fissa di registro di 200 €
  • Imposta fissa di 200 € per l’ipoteca
  • 4% IVA

Per chi acquista la prima casa da impresa NON di restauro/ristrutturazione o costruttrice:

  • imposta ipotecaria fissa di 50 €
  • imposta catastale fissa di 50 €
  • imposta di registro 2%
  • IVA esente

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*