Dopo quanto arriva una multa? I termini della notifica differita

Dopo quanto arriva una multa - Tempistiche - Quando fare ricorso

Dopo quanto arriva una multa: termine notifica

Quando si viene beccati a commettere un infrazione, dopo quanto arriva la multa?
Le modalità di consegna del verbale sono due:

  1. la multa ci può essere contestata (ovvero consegnata) nell’immediato sul posto (si pensi ad un posto di blocco o la classica multa per divieto di sosta che ci si ritrova sul parabrezza)
  2. la multa arriva a casa (si pensi alle multe per eccesso di velocità o di violazione dell’art 158 cds monitorate da telecamera) entro 90 giorni.

In riferimento alla notifica differita della multa, il termine dei 90 giorni decorre dal giorno successivo in cui si è commessa l’infrazione.
Superati i 90 giorni (i giorni festivi in questo arco di tempi si contano mentre se il 90° cade in un giorno festivo il termine scala al successivo giorno feriale) potrebbe significare che il pensiero di avere commesso una violazione era sbagliato e la multa a casa non arriverà mai o che si è creato un ritardo e il verbale arriverà ma oltre il termine inderogabile stabilito dal codice della strada. A tal proposito ricordate che farà fede la data di spedizione del verbale da parte dell’organo accertatore e non la data effettiva in cui vi verrà recapitato a casa o andrete a ritirarlo alle poste.

Se vi state quindi informando su dopo quanto arriva una multa iniziate a tenere ben in mente quando secondo voi siete stati beccati da un autovelox o da una telecamera al semaforo giusto per fare un esempio. Conteggiate i 90 giorni e segnate il countdown. A questo punto potrete quasi certamente tirare un sospiro di sollievo perché anche nel caso in cui la riceviate, questa sarà nulla e dovrete fare ricorso (rispettando i termini che trovate qui e che variano a seconda che decidiate di procedere con ricorso al prefetto o giudice di pace).

In riferimento al ricorso per una multa notificata in ritardo a casa occorre specificare il caso in cui la sanzione sia stata spedita ma ad un vecchio indirizzo o indirizzo sbagliato. Questo è un motivo valido e l’automobilista può affermare di non aver ricevuto regolarmente la multa solo se il cambio di residenza è stato regolarmente comunicato al comune.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.